I casoni di Piavon

Su una superficie di 10 Kmq con una altitudine di 10 metri sul livello del mare nella localitŗ Piavon vive una popolazione di circa 1.500 abitanti. Piavon Ť attraversata dal canale che porta lo stesso nome ed Ť formata da tre nuclei abitativi: FrassenŤ, Ronche e Valentigo.

Il canale Piavon, nome che deriva da quello del Piave dal vocabolo celtico avon che significa fiume, Ť una via d'acqua lunga circa 18 Km che nasce a Colfrancui dalle acque del fiume Lia, assumendo il nome Navisego nel tratto anche sotterraneo di Oderzo, per divenire poi un canale, el canal cosž chiamato dai piavonesi, nella zona di Valentigo.

Nella nostra zona erano diffusi ovunque casolari bassi, angusti, costruiti in alcuni casi su palafitte chiusi con bacchette intonacate di fango e coperti di strame.

In localitŗ Valentigo c’era una “casa di legname sotto murada coperta de paia” con un ettaro di terra; a FrassenŤ c’era  una “casa di legname coperta de paia” con mezzo ettaro di terra; e cosž fu descritta la canonica di San Benedetto di Piavon: “Uno cortivo con casa da muro coperta di coppi teza di muro coperta di paia con orto dove abita il reverendo…”.

Grazie alla memoria storica di alcuni anziani del paese, Ť stato possibile realizzare la mappa dei casoni di Piavon. Nel 1938 i 25 casoni presenti erano dislocati prevalentemente in via Ronche di Sotto e di Sopra, la zona piý povera del paese abitata dai contadini e dai repetini, piý poveri dei contadini perchť non avevano terra da lavorare. Alcuni erano nelle vicinanze della Villa Rechsteiner dove si Ť riusciti a conservare l’ultimo dei casoni oggi rimasto. In qualche casÚn abitavano anche venti persone. In un casÚn di via Ronche dimoravano fino agli anni ’50 due nuclei familiari, i Redigolo ed i Cia, tanto che fu chiamato CasÚn bi-familiare.
Nel nostro territorio Ť rimasta purtroppo solo qualche esile traccia di queste abitazioni. Sperare in un loro parziale recupero Ť pura utopia, dato che al loro posto sono sorte delle ridenti villette, come Ť accaduto per il casÚn dei Lorenzon.

Sono da ringraziare in maniera particolare i cultori della storia locale se rimarranno in futuro tracce significative di queste costruzioni.

 

GLI ABITANTI DEI CASONI DI PIAVON

 

  • ULIANA ...

  • PASQUALINOTTO ANGELO

  • BERTOLA GIOVANNI

  • TARDIVO ANGELO

  • CIA GIACOMO

  • LORENZON ...

  • RUI GIUSEPPE

  • CAL MARIA

  • PIVETTA ANTONIO

  • FELTRIN ...

  • DANUT TILIO

  • PARPINELLO CENCIA

  • BUSO MENI

  • OLIVA GIUSEPPE

  • FREGONESE ...

  • STORTO SANTE

  • REDIGOLO GIUSEPPE

  • REDIGOLO LUIGI

  • BUCCIOL TECLA

  • QUERIN PIETRO

  • BUCCIOL GIUSEPPE

  • BUCCIOL GIUSEPPE

  • MASCHERIN UZIA - BUCCIOL GIOVANNI

  • FAGANELLO TIZIANO - BEDON NINA

  • BUCCIOL MARCELLO

  • FAGANELLO VITTORIA